DJI Phantom 4

 

Il drone DJI Phantom 4 è l’ultimo nato della serie DJI Phantom di fascia alta. Rispetto al modello precedente, il velivolo è stato aggiornato con numerose funzionalità avanzate tra cui una nuova tecnologia che permette di evitare gli ostacoli in modo del tutto automatico.

La nuova camera da 12MP con campo visivo di 94 gradi, permette di effettuare foto in formato RAW e riprese video in 4k a 25fps e 1080p a 120 fps.

Il radiocomando ha una portata di 3.5km (CE) e permette di visualizzare sul proprio smartphone/tablet i dati di volo e il live view a 720p.

La nuova batteria LiPo da 5350mAh garantisce un’autonomia di 28 minuti.

Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

DJI Phantom 4 – Il Drone Che Evita Gli Ostacoli

DJI Phantom 4 Pro

Immagini dal cielo

Drone equipaggiato di telecamera 4K che ti segue automaticamente è grandioso, ma se nella propria strada trovasse ostacoli come alberi o edifici? DJI con il nuovo Phantom 4 ha posto fine a questo problema dotando il proprio drone di sensori ottici con tecnologia avanzata (intelligenza artificiale) nella parte anteriore e sul fondo che permetteranno al drone di evitare gli ostacoli automaticamente. Oltre a ciò, DJI ha dotato il Phantom 4 di una nuova tecnologia che permette al drone di seguire e mantenere l’obiettivo della fotocamera 4K su un soggetto, che può essere impostata semplicemente toccando quest’ultimo attraverso l’app per il proprio device preferito (smartphone o tablet). Un’altra nuova modalità, FlyTouch, vi consente di impostare la destinazione toccando due volte sul vostro schermo e il quadricottero automaticamente calcolerà il miglior percorso evitando possibili collisioni con ostacoli. Un pulsante dedicato è stato aggiunto al controller per dare la possibilità all’operatore di fermare in aria il drone e riprenderne il controllo in qualsiasi momento. Anche il design e l’hardware del Phantom 4 è cambiato rispetto alla versione precedente: la sospensione cardanica (gimbal) è più compatta e resistente, la batteria ha subito un upgrade da 4480mAh a 5350mAh (che ora permette fino a 28 minuti di volo consecutivi), le eliche ed i motori sono state potenziati e l’aggiunta dei nuovi sensori e sonar rendono funzioni come il Return to Home, Hold, ecc molto più precise e stabili. La riprogettazione dell’intero Phantom 4 aiuta anche il drone a raggiungere i 72 km/h in modalità Sport, una nuova funzione creata appositamente per i piloti più esperti.
Il nuovo DJI Phantom 4 è un concentrato di tecnologia ed è sicuramente il drone più completo.

Introduzione

Presentato al mondo il 1° Marzo 2016, il nuovo Phantom 4 è l’ultimo arrivato in casa DJI. La casa cinese produttrice di droni ha infatti aggiornato la sua gamma di droni di fascia alta con il Phantom 4, che offre una nuova tecnologia avanzata automatica  di evitamento degli ostacoli ed una nuova fotocamera migliorata. Con il nuovo sensore dell’obiettivo da 12MP F2.8, il DJI Phantom 4 è in grado di effettuare e registrare riprese in formato Raw con una risoluzione massima di 4K UHD a 30fps per video. La nuova tecnologia di intelligenza e visione artificiale permette al Phantom 4 di tenere sempre al centro dell’obiettivo il soggetto desiderato, e contemporaneamente evitare ogni tipo di ostacolo (che sia un edificio, una persona o il vostro animale domestico). Il tempo di volo è aumentato a 28 minuti e la distanza massima di range è stata aumentata a 5km.

I sensori del Phantom 4

Partiamo subito parlando dei nuovi sensori del Phantom 4, cioè la chicca di questo nuovo drone. Il DJI Phantom 4 è infatti dotato di una serie di nuovi sensori che gli permettono di visionare l’ambiente circostante il tempo reale e prendere decisioni per evitare scontri con ostacoli.

Sensori DJI Phanom 4

Sensori DJI Phanom 4

Il nuovo Obstacle Sensing System del Phantom 4 è possibile grazie ai due sensori ottici rivolti in avanti che eseguono la scansione degli ostacoli ed impostano automaticamente al drone il percorso più veloce per evitarli, quando possibile, ed inoltre riducono il rischio di collisione con oggetti in movimento garantendo allo stesso tempo un volo costante. Se il sistema non riesce a determinare un percorso per evitare l’ostacolo, il drone rallenterà fino a fermarsi a mezz’aria e potrà “sbloccarsi” solamente dopo un input del pilota. Questa nuova tecnologia di evitamento degli ostacoli va a braccetto con la conosciuta funzione “Return to Home”, che permette appunto al drone di tornare automaticamente al punto in cui è decollato, riducendo del 100% il rischio di collisione durante il viaggio di ritorno.
Con ActiveTrack, il Phantom 4 diventa un drone perfetto per le riprese aeree di soggetti ed oggetti in movimento, consentendo ai piloti dotati dell’applicazione DJI Go di impostare un soggetto da seguire semplicemente toccandolo sullo schermo. Il Phantom 4 a quel punto fisserà il soggetto al centro dell’obiettivo della camera e lo riprenderà automaticamente.
Il Phantom 4 grazie ai suoi sensori elabora immagini tridimensionali e usa il machine learning per mantenere l’oggetto al centro della ripresa, anche quando il soggetto cambia la propria forma o si muove d’angolazione durante il movimento. Gli utenti hanno il pieno controllo sul movimento della fotocamera in modalità ActiveTrack possono spostare la ripresa in qualunque modo lo desiderino. Sul controller del Phantom 4 è presente un nuovo pulsante “pausa” che permette al pilota di fermare e mantenere a mezz’aria il drone in qualsiasi momento.
Utilizzando la funzione TapFly dell’app DJI Go, gli utenti possono impostare una destinazione semplicemente toccando due volte il punto d’arrivo sulla mappa, a quel punto il Phantom 4 calcolerà in percorso di volo ottimale per raggiungere la destinazione, evitando qualsiasi tipologia di ostacolo nel proprio percorso. Se durante il volo automatico decidete di voler cambiare destinazione, basterà toccare un diverso punto d’arrivo e il Phantom 4 senza problemi ricalcolerà l’intero percorso in pochi millisecondi. Con il nuovo Phantom 4 anche il pilota novizio potrà effettuare voli e riprese come un pilota esperto.

La camera del Phantom 4

Con il nuovo drone Phantom 4 potrete catturare scatti che dureranno per tutta la vita o realizzare riprese equiparabili a quelle di un film. Tutto ciò è reso possibile dalla nuova e potente camera del Phantom 4, che permette la registrazione di video fino a 4K a 30 fotogrammi al secondo e Full HD 1080p a 120 fotogrammi al secondo (un ottima scelta se volete effettuare dei lavori di slowmotion in post-produzione). La fotocamera è equipaggiata con una lente sferica con un campo visivo (FOV) di 94° e riduce la distorsione del 36% e l’aberrazione cromatica del 56% rispetto al precedente Phantom 3. Una lunghezza iperfocale di un metro consente di avvicinarsi agli oggetti, mentre la loro nitidezza rimane perfettamente costante.

Camera DJI Phantom 4

Camera DJI Phantom 4

Oltre ai video, la camera può scattare foto fino a 12 megapixel. Con il nuovo obiettivo grandangolare molto più acuto negli angoli rispetto alla precedente versione, le foto sono magnifiche e di una qualità straordinaria. Il nuovo giunto cardanico motorizzato a 3 assi (gimbal) inoltre mantiene la fotocamera perfettamente equilibrata in qualsiasi condizioni, anche con del vento forte.

C’è da notare che la fotocamera è fissata in modo permanente al drone, il che significa che non può nemmeno essere rimossa per inserire il drone in alcuni zaini non ufficiali.
Analogamente, mentre il carrello di atterraggio è più corto e più largo per garantire atterraggi stabili, anche quest’ultimo è fissato al corpo. Peccato, perchè in molti (me compreso) speravano in un carrello retrattile o rimovibile (come quello presente nell’Inspire 1). Sempre parlando della post-produzione, DJI mette a disposizione una gamma di profili di colore video per aiutarvi a ottenere l’aspetto finale che desiderate.
Si passa da una modalità Vivid che amplifica il colore e il contrasto per creare video incredibilmente colorati, senza elaborazione aggiuntiva, alle modalità Cine-D e D-Log che offrono un’alta gamma dinamica per i grafici professionisti che amano divertirsi in post-produzione.

La batteria del Phantom 4

La batteria del Phantom 4 ha subito un upgrade da 4480mAh a 5350mAh. Questo in poche parole garantisce un tempo di volo totale di 28 minuti (un aumento effettivo del 25% rispetto al Phantom 3 Professional). Ricaricabile in circa 1 ora e 10 minuti, garantisce un volo discreto fino a 5km di distanza, e con una Live View Streaming HD 720p grazie alla tecnologia Lightbridge 2.

Batteria DJI Phantom 4

Il tempo di volo però non è influenzato solamente dalla batteria: i motori sono stati migliorati, la gestione dell’alimentazione pure e l’intero chassis (scocca) del drone è stato ridisegnato.
Un nuovo nucleo in magnesio aumenta la rigidità del Phantom 4 senza aggiungere peso. Lavorando in tandem con la batteria, solleva il baricentro e lo avvicina al livello dei puntelli, aumentando l’agilità e la reattività del drone. Tutto l’hardware del Phantom 4 è inserito all’interno di un guscio elegante e aerodinamicamente efficiente, con alcune parti “bucherellate” per gestire meglio il calore e raffreddare il drone velocemente.

Nuove modalità di volo del Phantom 4

Il DJI Phantom 4 vi permette di selezionare le varie modalità di volo che più soddisfano le vostre esigenze.
Nella modalità Position è possibile utilizzare il GPS e il Vision Positioning System, in modalità TapFly tutto quello che dovete fare per volare è tap sullo schermo del vostro smartphone o tablet, in modalità Sport aggiunge più agilità e più potenza al vostro drone raggiungendo i 72km/h pur mantenendo attivi i sistemi di posizionamento satellitare e la visione. La modalità Atti mantiene fissa l’altitudine del Phantom 4, ma spegne il posizionamento satellitare (questa modalità è perfetta per chi cerca movimenti fluida nella realizzazione di un film o video in generale).

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico

Oggetto

Il tuo messaggio

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “DJI Phantom 4”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.